Eroi

Ritratti di famiglia: Matt Tonokawa

Gen 31, 2022

Condividi

Ritratti di famiglia è una serie che mette sotto i riflettori i nostri dipendenti, per far conoscere le persone incredibili che lavorano a GoPro in tutto il mondo. In questa serie, incontreremo dipendenti di varie divisioni, dal team di prodotto e progettazione a quello giuridico e operativo, che chiamiamo con orgoglio la nostra famiglia GoPro.


Il primo appuntamento della serie Ritratti di famiglia riguarda una persona che ha seguito un percorso interessante per arrivare a GoPro e che ha aiutato ad anticipare e sostenere la nostra filosofia di lavoro a distanza. Dai suoi primi ricordi con l’uso di HD HERO2 alla sua esperienza durante il colloquio per un tirocinio a GoPro, fino al trasferimento completo alle Hawaii, il Product Manager Matt Tonokawa ci ha raccontato della sua vivace esperienza nel far parte della famiglia GoPro. 

Matt lavora come Product Manager nel team Supporti + Accessori e anche se fa parte di GoPro da poco più di tre anni, il suo percorso per aggiudicarsi un posto in GoPro va ben oltre questo incarico. Matt era al primo anno nella facoltà di ingegneria meccanica quando ha visto il video di lancio di HERO2. 


“La prima cosa che ho fatto al rientro alle Hawaii per le vacanze estive è stato acquistare una GoPro nel negozio di surf del posto. Mi sono subito innamorato dell’esperienza di catturare i ricordi con amici e famiglia. La fotocamera mi seguiva ovunque: in spiaggia, nelle escursioni, nei viaggi, nei concerti, negli eventi sportivi, alle cene di famiglia. Ovunque andassi, la portavo in tasca.” 


Durante l’università, Matt riportava schizzi di fotocamere GoPro e idee sugli accessori in un quaderno. Nel tentativo di trovare una carriera affine alle sue passioni, Matt ha partecipato a un colloquio per uno stage a GoPro, per il quale non è stato selezionato. Ha invece ricevuto l’opportunità di partecipare ai beta test dei nuovi prodotti GoPro e si è tenuto in stretto contatto con una delle persone del colloquio, che infine lo ha segnalato per un ruolo nel team di prodotto.


“Tre anni dopo, eccomi al primo giorno di lavoro nella sede centrale di GoPro [a San Mateo, in California] nel team di prodotto, alla gestione dell’ottimizzazione dei prodotti di accessori simili!”

La missione di base di GoPro è essere una forza positiva, celebrare tutte le cose belle del mondo e ispirare le persone a condurre stili di vita attivi. Incoraggiamo i nostri dipendenti a condurre lo stile di vita che desiderano e di venire al lavoro nella loro versione migliore, che sia in un ufficio GoPro, nello spazio di lavoro a distanza o un misto di entrambi. Il lavoro quotidiano di Matt non fa eccezione, infatti utilizza la sua connessione personale con il marchio per influire sui prodotti che aiuta a produrre, mentre lavora a distanza. 


“Sono felice del grado di immersione nello sviluppo di prodotti e nel loro impatto sulle persone che li usano. Oltre a concettualizzare nuovi prodotti e a creare requisiti futuri, una delle mie attività preferite è guardare le recensioni ai prodotti su YouTube, anche quelle negative. Non solo così vengo in contatto con il feedback diretto degli utenti, ma ricevo anche informazioni approfondite sui casi di utilizzo specifici e sugli ambienti in cui i prodotti vengono impiegati. Spesso sono anche molto divertenti.” Su questo non ci sono dubbi! 


Più Matt lavora a GoPro e più abbraccia la cultura e l’atmosfera dell’azienda. “La mia esperienza in GoPro e le conversazioni che ho sostenuto con i miei colleghi in merito alle loro esperienze nell’azienda la fanno sembrare senza precedenti. Non capita così spesso che così tanti dipendenti di un’azienda, in tutti i team, siano fruitori appassionati dei suoi prodotti. Così si crea una cultura lavorativa fantastica e un ambiente unito dal desiderio di creare i prodotti migliori possibili.”

Anche se gli piaceva molto la cultura nella sede centrale, Matt ha sempre sentito che il suo obiettivo di lungo periodo era tornare alle Hawaii, un desiderio che si è rafforzato con la pandemia di COVID-19 e l’esigenza di dover lavorare da casa. 


“Già prima del COVID-19, sapevo di voler mettere radici alle Hawaii. Non ne avevo parlato con molte persone ma ero incerto sulle possibilità di tornare alle Hawaii mentre lavoravo in GoPro: avrei dovuto cambiare ruolo? La mia esperienza in GoPro si sarebbe conclusa se mi fossi trasferito a casa? Quando è arrivata la pandemia, vivevo e lavoravo nel mio appartamento di San Francisco …. [ma] mi sono trovato a desiderare di tornare alle Hawaii,” riflette Matt. 


Non era solo. Alcune persone nell’organizzazione erano state proattive e si erano trasferite altrove in via temporanea mentre gli uffici erano chiusi, ma Matt era alla ricerca di una soluzione più permanente. Aveva deciso che era arrivato il momento di parlarne con il suo manager. A questo punto, l’approccio al lavoro a distanza di GoPro era ancora in via di definizione e il People Team stava ancora cercando di trovare un modo per supportare i dipendenti che volevano trasferirsi in maniera permanente. Matt è stato tra i primi a parlarne nel tentativo di trasformarlo in realtà. “È stato fantastico sentire Nick [Woodman, Fondatore e CEO di GoPro] appoggiare i dipendenti che scelgono il lavoro a distanza.”

Da quando è tornato alle Hawaii, uno dei vantaggi ovvi per Matt è stato il cambio di orario. Per allinearsi con i suoi colleghi di team che lavorano con il fuso orario del Pacifico, Matt inizia la sua giornata lavorativa attorno alle 6-6:30 HST. Finisce attorno alle 15 HST e gli restano diverse ore di luce, per poter andare in spiaggia, fare surf o trascorrere del tempo in famiglia. Matt abbraccia tutti i vantaggi del lavoro a distanza e vive al meglio.


Ti interessa entrare a far parte di GoPro o vuoi saperne di più sulla nostra filosofia del lavoro a distanza? Dai un’occhiata alla pagina Lavora con noi  qui.  

Condividi